un giardino sospeso

Posted by in garden

1_76304-1-grande

Non hanno radici ancorate  al suolo e crescono all’altezza del tuo sguardo, le piccole sfere di terra e muschio,  create attraverso  la Kokedama, antica tecnica di coltivazione  giapponese, chiamata anche “bonsai dei poveri”.

Koke (muschio) Dama (palla) e’ una piccola sfera di terra ricoperta di muschio con  essenze coltivate al suo interno, la scelta botanica può spaziare dalle piante erbacee alle caducifoglie, dalle conifere alle specie con bacche; per i fiori privilegia gigli nani, mughetti, margherite, papaveri e nasturzi.

Data la ridotta quantità di terra, le piante tendono a rimanere piccole e a sviluppare un apparato radicale adeguato alle misure della sfera; nell’arco delle quattro stagioni le piante si comporteranno esattamente come in natura, fiorendo, fruttificando, cambiando il colore delle foglie, e spogliandosi nei mesi freddi.

Questa tecnica antica unita a un po’ di fantasia può reinventare uno spazio anonimo, l’angolo di un balcone o una loggia non particolarmente   ampi da ospitare piante in vaso di grandi dimensioni o i soliti gerani parigini… oppure angoli particolari del vostro bagno o della vostra casa. Le kokedama possono essere appese tramite cordini oppure appoggiate  su oggetti che avete già in casa come tazze, piatti antichi , bicchieri, scodelle e tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce.

Le Kokedama vivono bene in ambienti domestici, è facile capire quando necessitano di acqua, basta soppesarle con la mano per capire il grado di umidità all’interno della sfera di terra; le Kokedama vanno innaffiate con un’ immersione di almeno 2 o 3 minuti in un contenitore  pieno d’acqua oppure nel caso in cui  il muschio si secchi, è sufficiente una spruzzata con un vaporizzatore.

Originalità, tradizione e un pizzico di senso di sfida alla natura, sono state unite da Fedor van der Valk, poliedrico creativo il cui raggio spazia dal cortometraggio al garden design, nella creazione di Strings Gardens, letteralmente, un «giardini su corda» ovvero composizioni di verde e fiori che, piuttosto che crescere banalmente dentro vasi o aiuole, se ne stanno appesa al soffitto. Le piante degli Strings Gardens, hanno l’ apporto d’acqua  tramite micro serbatoi in vetro incorporati nelle sfere di terra e sgocciolatoi esterni che mantengono umido il terreno dentro le reti contenitive.

www.stringgardens.com

www.ijm.nl

http://dana-gardendesign.blogspot.com